Ogni volta che la incontro e le occasioni per vederci risultano piuttosto rare considerando la distanza che ci separa, le chiedo sempre di realizzare una mia fantasia. Vado subito al dunque: quando mi cavalca mi piace osservare il busto stretto in un corpetto con dei laccetti che le fanno risaltare maggiormente i seni. Vederli muovere, ondeggiare, mentre lei si dimena sopra di me, ora per accelerare ora per diminuire il piacere per prolungare l’attesa liberatoria dell’orgasmo, mi ipnotizza. E’ quella la parte del suo corpo che mi eccita di più, quando sto per sborrare li stringo forte forte con le dita e i suoi gridolini di piacere amplificano anche il mio piacere. Anche dopo essere venuto, mi piace averla sopra di me per guardarla ancora un po’ e per rifiatare dopo che i suoi movimenti sinuosi mi hanno letteralmente stremato.

Alessandra è una bella milf mora, attorno ai 38 anni di età, molto curata nell’aspetto, dallo sguardo ammaliatore. Io fin da quando era piccolo, ho avuto la passione per le milf, per cui ho sempre ricercato questa tipologia di donna. Alessandra per fortuna invece è stata sempre molto attratta dagli uomini più piccoli di età, insomma una combinazione piuttosto rara. Sono perfettamente consapevole infatti di essere stato fortunato.

E dunque ogni nostro rapporto si svolge secondo un preciso rituale. Io l’attendo in penombra, lei avanza lentamente nel letto, pian piano nella semioscurità avverto l’incedere dei suoi passi e solo quando mi è più vicino accendo la luce smorzandola un po’ per guardare il corpetto. Quindi diamo inizio alle danze, con lei che inizia a cavalcarmi in maniera dolce o violenta secondo il suo capriccio. Ogni volta che sborro lei mi mette i suoi seni in faccia, ed io mi abbandono al piacere lasciandomi sopraffare da quel dolce peso premuto contro il mio viso.


Accedi al tuo account

 
×
Hai dimenticato la tua Password?
×

Salite