Era una mia costante, sempre le chiedevo di indossare una trasparenza sui seni. Era questo il mio fetiscimo che esigevo ogni volta che avevo appuntamento con questa bella milfona di 40 anni, che avevo contattato su un sito. I suoi seni velati mi facevano a dir poco impazzire. Li guardavo, li palpeggiavo, li stringevo, li carezzavo, ne mordicchiavo i capezzoli.

Adriana, ma questo probabilmente era uno dei suoi tanti nomi, l’avevo conosciuta per la prima volta in un’altra città perché trovandomi fuori sede per lavoro la sera avevo bisogno di rilassarmi. Rimasi quindi sorpreso quando invece me la ritrovai nella mia città, dove aveva deciso di fermarsi per un po’.

Adesso non per vantarmi ma con Samantha, ora si faceva chiamare così, non c’era solo il classico rapporto tra cliente e prostituta. Andavo da lei almeno una volta alla settimana, chiaramente quindi col tempo tra noi si era creata una sorta di complicità: lei aveva imparato come darmi il piacere più intenso e la stessa cosa aveva fatto io. Si lo so cosa state pensando, mi pare quasi di vedervi e invece vi smentisco subito: questa bella milfone dell’est con i suoi lunghi capelli biondi e tutte le curve al punto giusto, no non fingeva, raggiungeva davvero l’orgasmo quando la scopavo. L’ho frequentata costantamente per 4 anni.

Alla fine tra di noi si era stabilito un rapporto strano che si nutriva si del sesso crudo quale componente fondamentale, ma aveva anche qualcosa della complicità della coppia e dell’amicizia. Qualche volta mi capitò anche solo di passare da lei per farle un saluto. Non esagero se dico che a volte avrei desiderato di avere una vera e propria relazione con lei, vivere insomma insieme nella quotidianeità. Ma forse m’inganno in quanto riconosco che era proprio la particolarità del nostro rapporto a mantenerlo vivo. Poi lei un bel giorni partì per far ritorno al suo paese, ma volle lasciarmi in ricordo la foto dei suoi seni velati su cui ancora oggi a distanza di tanti anni, mi sego volentieri.


Accedi al tuo account

 
×
Hai dimenticato la tua Password?
×

Salite